Gruppo Tekno s.r.l. | Software per la gestione aziendale

Al servizio delle aziende

Implementazione e consulenza

Implementazione e consulenza

Collaboriamo con i clienti in fase di avviamento per consigliare la soluzione più puntuale, proseguendo l'affiancamento nel tempo per rispondere a tutte le esigenze dell'azienda.

Manutenzione e aggiornamento

Manutenzione e aggiornamento

Avviamo con i nostri clienti un rapporto continuativo, con un servizio di manutenzione e aggiornamento del software per garantire dei prodotti sempre al massimo delle loro funzionalità.

Training

Training

Organizziamo corsi di formazione rivolti agli utenti per trasmettere la necessaria competenza all'utilizzo del software.

Assistenza e supporto tecnico

Assistenza e supporto tecnico

Il nostro team è a disposizione on-site o da remoto per risolvere qualunque tipo di problema tecnico o applicativo.

CASE HISTORY

Una selezione delle collaborazioni avviate con successo

Fabbri
Sia
Fratelli Saclà
CTTNord
Arexpo

Fabbri

Nella storia di Gruppo Tekno ha un particolare rilievo la Distilleria Fabbri, oggi Fabbri 1905.
La storica azienda di Bologna, la cui sede sulla via Emilia è caratterizzata dal grande vaso per le amarene, è stata una dei primi clienti di Gruppo Tekno, allora Tekno Packages.

Nel seguito una traccia storica di Fabbri 1905, tratta dal portale dell’azienda.
Nel 1905 Gennaro Fabbri rileva una vecchia drogheria con tinaia a Portomaggiore, in provincia di Ferrara, e avvia la produzione di liquori. Apre così i battenti la” Premiata Distilleria Liquori G. Fabbri”, oggi “Fabbri 1905”.
 All’inizio del XX secolo Bologna vive un periodo di grande fermento e di ripresa industriale, anche la Premiata Distilleria cresce e miete successi. È il momento di allargare il mercato e di attuare la promozione diretta dei prodotti.
A partire dagli anni 20 inizia la produzione degli sciroppi, alcolici e non alcolici. Nello stesso periodo fa il suo esordio il prodotto più famoso della Fabbri: la “Marena con frutto”, ispirato da una ricetta della moglie di Gennaro Fabbri.
Negli anni del dopo guerra e della ripresa economica il lancio di un nuovo prodotto permette alla Fabbri di mettere a segno un ulteriore clamoroso successo: i “cremolati”, ossia gli ingredienti composti per gelato, paste complete di frutta e creme che, con l’aggiunta di acqua o latte, si trasformano in gelato. Una nicchia di mercato di cui l’azienda è tuttora leader indiscusso.
Gli anni 60 e 70 vedono il consolidarsi del passaggio alla terza generazione: entusiasmo, passione e voglia di essere in anticipo sui tempi continuano a caratterizzare il management, cui si aggiunge il cugino Stefano. La produzione si trasferisce ad Anzola Emilia, mentre il marchio Fabbri entra nelle case di milioni di italiani con l’avvento della pubblicità.
Negli anni 80 e 90, mentre si amplia la gamma dei prodotti destinati al consumo fuori casa, la strategia nei confronti del mercato estero segue due direttive parallele: si cercano aziende in grado di distribuire i prodotti e, ove indispensabile, s’investe direttamente.
Fabbri 1905 oggi è gestita dalla quarta generazione della famiglia Fabbri: quattro soci, tra fratelli e cugini, alla guida di un’azienda di 250 dipendenti, che vanta circa 1200 referenze con 17 linee di prodotto e 23 linee di confezionamento. Una holding familiare che distribuisce i prodotti in 100 nazioni.

Abbiamo chiesto alla Dott.ssa Benassi come è stato caratterizzato l’utilizzo di SIC in azienda, in termini di necessità e benefici raggiunti.
 
Gli inizi del progetto SIC in Fabbri 1905
Sono gli anni ottanta e l’azienda decide di adottare il nostro sistema SIC per informatizzare la gestione dei cespiti aziendali, all’epoca basata sostanzialmente su documenti cartacei.
Le motivazioni di questa decisione erano dettate dalla necessità di seguire, con l’aiuto di una applicazione informatica, ciascun cespite dell’azienda per tutti gli aspetti di contabilità fiscale, civilistica e gestionale. Questa la necessità a quei tempi, ma che rimane ancora oggi come necessità primaria.
All’epoca SIC operava sulla piattaforma mainframe IBM, presso il CED dell’azienda, che gestiva tutto il sistema informatico dell’azienda.
Oggi Fabbri 1905 è ancora uno dei nostri clienti più affezionati, che ci ha seguito nei diversi cambiamenti del software in termini di piattaforme tecnologiche ed aggiornamenti funzionali, coinvolgendo via via utenti diversi all’interno dell’azienda, attualmente Fabbri 1905 utilizza la più recente generazione di SIC in tecnologia web denominata SicLive.
 
Necessità e benefici del progetto SIC in Fabbri 1905
Nel corso degli anni SIC ha consentito di accompagnare l’evoluzione strutturale e organizzativa di Fabbri 1905, che ha visto il passaggio da un’unica entità societaria ad una struttura di gruppo articolata in più aziende, ma riferite sempre alla stessa proprietà, differenziate nell’organizzazione e caratterizzate da esigenze specifiche nella gestione cespiti.
Nell’utilizzo del sistema sono cambiati i referenti del progetto, sia dal punto di vista utente che informatico, ma le caratteristiche operative di SIC hanno consentito di superare agevolmente questi cambiamenti senza generare resistenze o difficoltà. Attraverso l’attività del servizio di assistenza di Gruppo Tekno il software è stato di volta in volta allineato alle esigenze degli utilizzatori, per fornire un completo supporto alle necessità di contabilità cespiti fiscale, civilistica e gestionale interna, fornendo la necessaria flessibilità operativa, accompagnata dagli aggiornamenti normativi e dalle continue migliorie funzionali.
Tra le diverse necessità che hanno caratterizzato l’utilizzo di SIC, è importante citare il supporto alle rivalutazioni, in particolare per le emanazioni di legge dal 2000 in poi. Altrettanto importante è stato il supporto alle operazioni straordinarie di scissione e fusione nell’ambito delle società del gruppo, a seguito del passaggio ad una gestione multi societaria del gruppo, consentendo di tracciare la storia di ogni singolo bene per risalire sempre ad esempio al costo originario dello stesso.
 
Obiettivi futuri del progetto SIC in Fabbri 1905
Come la Dott.ssa Benassi evidenzia, tra i possibili obiettivi di ulteriori sviluppi del progetto SIC in Fabbri 1905, resta una più stretta integrazione tra la gestione cespiti di SIC e il sistema di contabilità, fino ad oggi lasciato in secondo piano per il basso livello di impegno richiesto.
Mentre l’obiettivo di gestire il cespite fin dal momento dell’investimento, sarebbe più sentito, ma diventa più articolato per le particolarità di gestione investimenti nelle diverse realtà societarie, ma che resta comunque tra le necessità in evidenza.

Sia

Integrato con le Oracle Applications, S.I.A., Società Interbancaria per l’Automazione, progetta, realizza, sviluppa e gestisce infrastrutture telematiche, sistemi informativi e banche dati finalizzate a sistemi creditizi e finanziari. Lo scopo finale è l’esecuzione di operazioni interbancarie e la circolazione di dati ed informazioni connesse con l'attività creditizia e finanziaria.

Alla fine del 2000, dopo aver implementato Oracle Applications per il ciclo attivo ed il ciclo passivo, S.I.A. ha deciso di avvalersi della esperienza di Gruppo Tekno per risolvere il problema dei Fixed Assets.
I prerequisiti richiesti erano un sistema completo e flessibile ed integrabile con il mondo Oracle Applications, e a dicembre 2000 è stata installata la versione Client/Sever con database Oracle di SIC.

All’inizio del 2001 sono state realizzate le integrazioni con il modulo Ap di Oracle Applications per acquisire in automatico le fatture dei fornitori e con il modulo GL per inviare i dati relativi ai calcoli ed alle dismissioni effettuate con SIC. Si è inoltre realizzata una integrazione tra SIC e la procedura di gestione del magazzino per poter mantenere allineate dinamicamente le due basi dati.

Ad oggi S.I.A. possiede un sistema semplice e integrato che consente un costante allineamento delle informazioni fisico/inventariali e contabili relative al patrimonio aziendale.

Fratelli Saclà

F.lli Saclà S.p.A. è una azienda specializzata nella lavorazione e conservazione di prodotti a base vegetale genuini, di alta qualità e contenuto di servizio nel rispetto della tradizione gastronomica italiana, orientata al consumatore e all'innovazione.

L'azienda ha deciso nella seconda metà del 2000, di dotarsi di un nuovo sistema informatico per la gestione del patrimonio aziendale.
Le caratteristiche fondamentali richieste erano da un lato la possibilità di utilizzatìre un sistema semplice e flessibile, dall'altro era ricercata una facilità anche nel passaggio dalla vecchia alla nuova procedura.

L’esperienza di Gruppo Tekno nel settore beni patrimoniali e la flessibilità del prodotto ha portato la società alla scelta di SIC.
A novembre 2000 si è avviata l’installazione di SIC, raggiungendo nel mese stesso gli obiettivi prefissati e cioè, il passaggio dei dati fiscali dalla vecchia procedura, l’inserimento del centro di costo sull’anagrafica del cespite per il calcolo degli ammortamenti gestionali e l’individuazione fisica dei beni.

Nel mese di dicembre dell’anno 2000 è stato attivato il collegamento tra la procedura di contabilità fornitori (ACG) e SIC per il passaggio automatico delle fatture di acquisto dei cespiti. Gli obbiettivi del progetto sono stati raggiunti grazie al fattivo rapporto di collaborazione instaurato tra le risorse F.lli Saclà S.p.A., quelle di Gruppo Tekno e alla flessibilità offerta da SIC.

CTTNord

CTT Nord è il risultato della più grande operazione societaria avvenuta nel settore del trasporto pubblico toscano. Nel 2012 infatti le storiche aziende del gruppo hanno portato a compimento un lungo percorso di aggregazione, dando vita alla più grande realtà del trasporto pubblico regionale per dimensioni e diffusione sul territorio.
CTT Nord è oggi un gruppo che comprende circa 1600 lavoratori, 900 autobus e che svolge la propria attività nei territori di Livorno, Pisa, Lucca e Massa-Carrara. CTT Nord rappresenta uno dei pochi esempi a livello nazionale di partnership pubblico privato di successo, realizzato esclusivamente da soggetti locali toscani, storicamente radicati nel territorio. I suoi soci sono infatti circa 80 comuni delle province di Pisa, Livorno e Lucca e la Cooperativa Autotrasporti Pratese CAP di Prato quale socio privato. CTT Nord risponde ogni giorno alle esigenze di mobilità sul territorio toscano, rivelandosi una risorsa preziosa per la collettività e interagendo costantemente con gli utenti per migliorare la qualità del servizio e conoscere la loro opinione.
 
L’utilizzo di SIC per la gestione dei Cespiti nel gruppo CTT Nord parte da CPT (Compagnia Pisana Trasporti) in sostituzione di una precedente applicazione software su AS/400, non più in grado di soddisfare le necessità dell’utenza per le sue caratteristiche di rigidità di utilizzo, la non possibilità di simulazioni, le difficoltà nel controllo di gestione e in generale di accompagnare i cambiamenti in termini di gestione cespiti di una realtà in evoluzione, caratterizzata da un percorso di aggregazione di diverse entità di trasporto pubblico locale. 
Fra le motivazioni che hanno portato progressivamente ad estendere l’utilizzo del software SIC in tutto il gruppo CTT Nord, si evidenziano le necessità di un miglior controllo di gestione dei cespiti, in particolare del parco circolante dei mezzi di trasporto. La possibilità pertanto di seguire la storia di un autobus sia dalle informazioni di origine, che nei successivi conferimenti (causale di conferimento), dove il mezzo era identificato da diversa codifica, consentendo così di identificare ad esempio il costo relativo ai mezzi provenienti dai diversi bacini locali (Lucca, Pisa, …), traducendosi in una preziosa flessibilità di utilizzo.
 
Un aspetto importante nella gestione del cespite attraverso SIC è collegata al concetto di cespite globale e singolo, che dà la possibilità di identificare durate diverse del cespite singolo rispetto al globale (es. una componente del mezzo rispetto alla durata complessiva del mezzo nel suo insieme), consentendo quindi di applicare diverse aliquote di ammortamento, aspetto importante ai fini contabili.
La gestione delle sovvenzioni per CTT Nord costituisce un’altra importante necessità specifica dell’azienda soddisfatta attraverso SIC. Inizia nel momento dell’acquisto del mezzo, associando la componente del contributo di sovvenzione, identificando poi opportunamente le aliquote da applicare (sia nei calcoli che nelle operazioni di simulazione), fino al momento della dismissione del mezzo dismettendo anche la componente di sovvenzione associata.
Le simulazioni di SIC rappresentano una importante funzionalità per CTT Nord, in quanto ha consentito di poter effettuare simulazioni nella gestione cespiti per gli anni successivi, trovando diverse applicazioni, tra cui la possibilità di fornire i dati necessari per la partecipazioni alle gare di appalto.
Un importante beneficio per CTT Nord introdotto dall’utilizzo di SIC è collegato alla gestione puntuale del mezzo di trasporto, attraverso la matricola del bus, che consente cosi di seguirne la storia (località, chilometri percorsi, consumi, …), cosi come la gestione di una doppia contabilità ai fini di una fiscalità differita (Civilistica e Fiscale).
La possibilità infine di un interfacciamento semplice tra SIC e il sistema di business intelligence aziendale, fornisce una grande possibilità di analisi delle informazioni su diverse aree della gestione cespiti.
 
Come dichiarano le principali utenti del sistema, dott.ssa Falorni e dott.ssa Pisani, le diverse necessità sono state risolte con soddisfazione dall’applicazione sviluppata da Gruppo Tekno, mentre tra i progetti futuri si può evidenziare una più efficace gestione dell’inventario fisico dei Cespiti (anche attraverso l’utilizzo di codici a barre), progetto momentaneamente sospeso ma in attesa di essere ripreso.

Arexpo

Arexpo s.p.a. è stata costituita nel 2011 con lo scopo di acquisire le aree destinate ad ospitare l’Esposizione Universale EXPO MILANO 2015 dedicata a ‘Feeding the planet, energy for life’, a cui hanno aderito 141 Paesi di tutti i continenti con oltre 21 milioni di visitatori.
Oggi l’azienda ha il compito di sviluppare l'intero sito di Expo 2015 in un parco scientifico e tecnologico di eccellenza globale.
L’area è di oltre un milione di metri quadrati, già completamente bonificata e perfettamente infrastutturata, ha elevate potenzialità di sviluppo ed è attrattiva per importanti realtà pubbliche e private sia italiane che internazionali.
Arexpo è società a prevalente capitale pubblico, partecipata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze, dalla Regione Lombardia, dal Comune di Milano e dalla Fondazione Fiera Milano. Quote minori sono detenute dalla Città Metropolitana di Milano e dal Comune di Rho.
 
Gruppo Tekno
Da oltre trent’anni Gruppo Tekno fornisce soluzioni e competenze, in continua evoluzione interpretando il mercato e le sue richieste, con soluzioni software consolidate e innovative e servizi qualificati.
In particolare Gruppo Tekno è specializzata in soluzioni e servizi per la gestione dei beni patrimoniali aziendali, comprendenti i servizi per l’inventariazione fisica cespiti e relativa riconciliazione contabile.
 
Gli inizi del progetto di inventariazione in Arexpo
In Arexpo si è iniziata a considerare la necessità di procedere con un’attività di inventariazione già dai primi mesi in cui la stessa società ha preso possesso dell’area, avvenuto dopo che la società Expo 2015 s.p.a ha terminato il suo scopo sociale di realizzazione dell’Esposizione Universale; quindi insieme alla restituzione del possesso dei terreni, la società Expo 2015 s.p.a ha anche ceduto una consistente parte dei beni mobili acquisiti nel tempo.
 
Esigenze e particolarità del progetto di inventariazione in Arexpo
L’esigenza principale che spinge Arexpo verso l’attività di inventariazione dei beni posseduti è quella di avere un’effettiva consistenza del patrimonio gestito; questa necessità è di particolare importanza sia perché non era stato definito in maniera puntuale il patrimonio dei beni mobili acquisiti dalla società di gestione sia per poter creare progetti di riutilizzo come quello che si sta attuando in questi giorni per il primo insediamento di Human Technopole. Dal punto di vista tecnico il supporto di Gruppo Tekno è stato fondamentale nella scelta delle tipologia di etichette da applicare ai cespiti in quanto si è trattato di censire anche beni da esterno avendo le caratteristiche di dover sopportare tutte le intemperie e tutti gli sbalzi termici.
 
Principali benefici e vantaggi derivanti dal progetto di inventariazione in Arexpo
Il progetto di inventariazione è stato terminato ed ha fornito come risultato un elenco di beni e la loro relativa localizzazione all’interno della grande area di un milione di metri quadrati; a fronte di ciò si stanno verificando le strategie più consone per capire cosa fare dei beni, quindi se procedere con dismissioni o riuso. Queste attività non sarebbero in alcun modo risultate attuabili se non ci fosse stato a monte un efficace lavoro di inventariazione.

Eventuali obiettivi futuri nella gestione cespiti in Arexpo
Come ulteriori step rispetto a quanto già eseguito, Arexpo sta valutando l’opportunità di:
  • procedere con una valorizzazione dei beni ai fini di analizzare l’entità del patrimonio;
  • dotarsi dei dispositivi di lettura codici a barre al fine di garantire la tracciabilità dei beni e la gestione magazzini;
  • realizzare il catalogo di tutti i beni per valutarne l’eventuale dismissione secondo necessità.

Vedi tutti

Clienti

Ultime news

Partner